Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

Tu sei qui: Home Sedi Napoli Federico II
Università degli Studi di Napoli Federico II

Corso di Laurea in Scienza ed Ingegneria dei Materiali

Pagina web del Corso di Laurea in Scienza ed Ingegneria

La Laurea in Scienza e Ingegneria dei Materiali ha come obiettivo formativo la preparazione di laureati familiari con le relazioni che sussistono tra le proprietà funzionali e strutturali dei materiali e la loro morfologia e composizione chimica, nonché con i processi di trasformazione e le tecnologie di lavorazione degli stessi. Aspetto distintivo è quello di combinare in modo sinergico un approccio microscopico, tipico delle scienze chimiche e fisiche di base, con un approccio macroscopico, tipico della cultura ingegneristica. In tal modo è possibile mettere in relazione le proprietà macroscopiche dei materiali con la loro struttura chimica e fisica. Il Corso di Laurea è pertanto, per sua natura, largamente interdisciplinare, e richiede l'armonizzazione di culture scientifiche, ingegneristiche e tecnologiche.
Il laureato in Scienza e Ingegneria dei Materiali possiederà, inoltre, conoscenze generali relative alle proprie responsabilità professionali ed etiche, ai contesti aziendali ed alla cultura d'impresa. Gli studi saranno inoltre finalizzati a stimolare la conoscenza dei contesti contemporanei, lo sviluppo di capacità relazionali e decisionali, l'aggiornamento continuo delle proprie conoscenze.
Il laureato, infine, dovrà essere in grado di comunicare efficacemente in forma scritta ed orale in almeno una lingua della UE, oltre l'italiano, ed essere in possesso di adeguate conoscenze che permettano l'uso degli strumenti informatici, necessari nell'ambito specifico di competenza e per lo scambio di informazioni generali.

Il corso, in breve, si propone di formare una figura professionale in grado di operare nel settore dei materiali, e rappresenta il primo livello di un percorso formativo che prosegue con la Laurea Magistrale in Ingegneria dei Materiali.
Durante il corso, che si articola in tre anni, lo studente acquisisce una solida cultura di base nell'ambito della matematica, della fisica e della chimica dei materiali, nonché della fisica dello stato solido. Su tali conoscenze si innestano competenze caratterizzanti proprie dell'ingegneria industriale (elettrotecnica, meccanica applicata) e, più specificamente, dell'ingegneria dei materiali (termodinamica dei materiali, proprietà e tecnologie di trasformazione delle varie tipologie di materiali). La preparazione è completata da attività affini e integrative (fenomeni di trasporto, chimica organica, chimica fisica molecolare), che permettono la comprensione del comportamento dei materiali su scala molecolare.
Gli obiettivi delle attività programmate nel corso di studi sono di fornire ai laureati gli strumenti per identificare, affrontare e risolvere problematiche semplici tipiche dell'ingegneria industriale, gestire i processi produttivi di diverse tipologie di materiali, sovrintendere ad attività di laboratorio mirate alla misura delle proprietà di base e al controllo di qualità di metalli, ceramici, polimeri e compositi. Gli obiettivi più squisitamente tecnici si inseriscono in una cornice più ampia, tendente a sviluppare nello studente capacità decisionali e di giudizio autonome, abilità comunicative nei confronti di interlocutori sia specialisti che non specialisti, capacità di apprendimento che ne favoriscano il proseguimento della formazione e l'aggiornamento continuo.
Il corso di studi si propone di dotare l'Ingegnere dei Materiali delle conoscenze che gli permettano di inserirsi con successo nei diversi comparti dell'Industria di trasformazione di materiali metallici, polimerici, ceramici, semiconduttori, vetrosi, compositi, per applicazioni in campo chimico, meccanico, elettrico, elettronico, delle telecomunicazioni, dell'energia, dell'edilizia, dei trasporti, agro-alimentare, biomedicale, ambientale e dei beni culturali. Altri importanti sbocchi sono costituiti dai laboratori e dai centri di ricerca e sviluppo di aziende ed enti di natura pubblica e privata, così come dalle aziende erogatrici di beni e servizi.

Ulteriori informazioni sono reperibili nelle specifiche sezioni del portale web della Scuola Politecnica e delle Scienze di Base e di quello del Corso di Studi.

Presidente del Corso di Laurea
Prof. Giovanni Filippone

 

 

Progetto Lauree Scientifiche

Pagina web in construzione

Il PLS è attivo dal 2004, ogni anno ha visto partecipazioni sempre crescente di studenti e di insegnanti. Mediamente la partecipazione si attesta su una dozzina di istituti scolastici, essenzialmente della provincia di Napoli, ma comprendenti alcuni delle altre provincie campane, e circa 300 studenti.

Le attività svolte da sempre hanno assunto il carattere multidisciplinare della materia, ulteriormente accentuato nell’ateneo fridericiano dalla presenza del risvolto ingegneristico del corso di Laurea. Tali attività hanno riguardato sin dall’inizio l’esecuzione di esperimenti in laboratorio sulla chimica, fisica e ingegneria dei materiali, conferenze, corsi di approfondimento, visite guidate alle strutture di Ricerca del Dipartimento o ad alcune realtà industriali campane, con lo scopo di orientare gli studenti alle lauree del settore e di formare gli insegnanti. Dal 2010, dopo l’introduzione dei Laboratori PLS come attività principale delle Unità locali, sono stati offerti 2 Laboratori PLS, “Ciclo di vita dei materiali polimerici: dalla nascita alla scomparsa, attraversando le sue nove vite”, “Relazioni tra energia e materia: L’immagine a colori della vita, la danza (degli atomi), il sole fonte di vita” tutti richiesti a partire dal 2012/13. Nelle ultime edizioni, in osservanza dei mutamenti del piano nazionale, sono state introdotte attività di formazione degli insegnanti e azioni di riduzione del tasso di abbandono.

Referente locale PLS Scienza dei Materiali:
Prof. Ugo Caruso

e-mail: ugo.caruso@unina.it