Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

Tu sei qui: Home Sedi Roma Tor Vergata
Università degli Studi di Roma Tor Vergata

logo roma tor vergata

La Scienza dei Materiali all'Università di Roma Tor Vergata

Il corso di Laurea in Scienza dei Materiali nasce, presso l’Università di Roma Tor Vergata, nel Novembre 2001 dalla trasformazione del Diploma in Scienza dei Materiali, che era stato istituito nell'anno accademico 1998/99.  Questo corso di Laurea risponde alla esigenza di offrire alle nuove leve universitarie del nostro territorio, e di ampia parte del centro Italia, l'opportunità di ottenere un curriculum scientifico adatto alla formazione di ricercatori e professionisti esperti nel campo dei materiali innovativi. Il nostro Ateneo si è così messo al passo con le più prestigiose Università del mondo che da molto tempo hanno compreso come il futuro dell’innovazione e della ricerca scientifica sia legato ad una formazione interdisciplinare delle nuove generazioni. A sostegno di questa scelta, conviene ricordare il fatto che l’area romana è una delle grandi realtà industriali del nostro Paese ed è la provincia con la più alta concentrazione di centri di ricerca (sia pubblici che privati), comprendendo molti istituti CNR, due centri ENEA (Casaccia e Frascati) un Laboratorio Nazionale dell’INFN (Frascati), l’ESA, l’INAF e l’ASI, nonché importanti realtà industriali del campo dell’elettronica per la difesa e la sicurezza. Una ampia comunità di fisici, chimici ed ingegneri dell’Università di Roma Tor Vergata, esperti nello studio dei materiali, fornisce tutti gli elementi di didattica, formazione e ricerca necessari al sostegno del corso di Laurea in Scienza dei Materiali e del corso di Laurea Magistrale in Scienza e Tecnologia dei Materiali.

Corso di Laurea Triennale in Scienza dei Materiali

Pagina WEB Laurea in Scienza dei Materiali – Roma

Classe L30 – scienze e tecnologie fisiche – Durata tre anni – Accesso libero, con test di autovalutazione sulle conoscenze matematiche di base – Sede Roma – Macroarea di Scienze Matematiche Fisiche e Naturali, Università di Roma Tor Vergata.

Obiettivi specifici del corso

Il corso di studio è volto a fornire una preparazione scientifica interdisciplinare con conoscenze fondamentali di Fisica, Chimica e Matematica.

Sbocchi occupazionali e professionali

La Laurea in Scienza dei Materiali ha come obiettivo fondamentale quello di favorire l’accesso al mondo del lavoro a laureati con formazione universitaria. Inoltre il corso di studi fornisce la preparazione necessaria per accedere senza debiti formativi al corso di Laurea Magistrale in Scienza ed Ingegneria dei Materiali (classe LM53). Dal un punto di vista professionale il laureato in SdM è in grado di eseguire le procedure e i protocolli di ricerca necessari alla caratterizzazione dei nuovi materiali, ed è in grado di valutare le applicazioni possibili di un determinato materiale, in relazione alle sue proprietà ed ai suoi costi. Gli sbocchi professionali più comuni sono:

• Impiego in tutte le imprese manifatturiere.

• Impiego nelle Aziende ed Enti preposti al controllo e alla certificazione di qualità.

• Impiego negli enti di ricerca pubblici e privati.

• Impiego nell’industria come assistenti tecnici nei settori dell’elettronica, dei nanomateriali, del software, delle telecomunicazioni.

Il corso prepara alle professioni di

- Tecnici fisici.

- Chimici informatori e divulgatori.

Corso di Laurea Magistrale in Scienza e Tecnologia dei Materiali

Pagina WEB Laurea in Scienza e Tecnologia dei Materiali – Roma

Classe LM53 – scienza e ingegneria dei materiali – Durata due anni – Accesso con requisiti – Sede Roma – Macroarea di Scienze Matematiche Fisiche e Naturali, Università di Roma Tor Vergata.

Obiettivi specifici del corso

Il Corso di Laurea Magistrale in Scienza e Tecnologia dei Materiali si colloca nel quadro di riferimento europeo per i corsi di studio di secondo ciclo nell'area della scienza dei materiali. Il corso è strutturato nel suo complesso per fornire allo studente approfondimenti disciplinari atti ad estendere e rafforzare le conoscenze acquisite durante il primo ciclo di studi. In particolare, vengono approfondite le conoscenze delle proprietà più propriamente fisiche e chimiche dei materiali, delle loro applicazioni in campo biologico, oltre ad elementi degli aspetti ingegneristici. Il corso di studi offre un curriculum unico, che tiene altresì conto dell'ampio spettro di competenze scientifiche presenti nell'ateneo. A questo fine il percorso formativo prevede una pluralità di attività didattiche: dagli insegnamenti frontali, alle attività seminariali, alle ricerche proprie su temi specifici e alla frequenza di laboratori strumentali, facendo ampio ricorso alle strutture di ateneo presso cui si svolge ricerca scientifica su tematiche di Scienza dei Materiali. La frequenza di laboratori, nei quali gli studenti vengono addestrati a progettare, pianificare ed attuare esperimenti e misure sotto la guida di docenti e all'interno di gruppi di ricerca, ed infine a redigere una tesi originale da sottoporre a pubblica discussione, assicura che al termine degli studi i laureati abbiano acquisito non solo solide conoscenze disciplinari e strumenti per un aggiornamento autonomo, ma anche competenze quali la capacità di gestire contemporaneamente studio e lavoro, la capacità di lavorare in gruppo e di comunicare le proprie conoscenze scientifiche e tecnologiche. I ruoli che potranno essere loro affidati nel mondo del lavoro saranno collocati negli ambiti della ricerca, dello sviluppo e dell'innovazione industriale dei materiali.

Sbocchi occupazionali e professionali

Chi intraprende un percorso formativo che include la laurea magistrale ha tendenzialmente la vocazione ad una attività professionale di ricerca e quindi punta a proseguire gli studi con un dottorato di ricerca. Altrimenti un laureato magistrale può avere quale sbocco occupazionale l'impiego in un ente di ricerca pubblico o privato:

• Accesso al Dottorato di Ricerca

• Contratti di Ricerca (in Università o Istituti di Ricerca)

• Accesso alla carriera direttiva della pubblica amministrazione

• Impiego qualificato presso industrie manufatturiere (settori della microelettronica, TLC, nano materiali e software)

• I laureati possono prevedere come occupazione l'insegnamento nella scuola, una volta completato il processo di abilitazione all'insegnamento e superati i concorsi previsti dalla normativa vigente.

Coordinatore dei Corsi di Studi:
Prof. Claudio Goletti

 

 

Progetto Lauree Scientifiche

Il Progetto Lauree Scientifiche nasce con l'obiettivo di avvicinare le nuove leve Universitarie agli insegnamenti delle scienze di base: chimica, fisica, matematica e scienza dei materiali. L’iniziativa è finanziata daldal Ministero Università e Ricerca  ed è stata fortemente voluta dalla Conferenza dei Presidi delle Facoltà Scientifiche (ora ConScienze). Il PLS di Scienza dei Materiali presso l'Università di Roma "Tor Vergata" è attivo fin dalla sua prima edizione (a.A. 2005) ed è mirato a realizzare "Laboratori PLS" presso tutte quelle scuole del territorio che vogliono partecipare a questo progetto.

Le attività previste riguardano la realizzazione di:

  • Laboratori PLS presso le sedi scolastiche che ne fanno richiesta;
  • Stage di studenti presso laboratori di ricerca della nostra Macroarea;
  • Conferenze interdisciplinari su argomenti di ricerca riguardanti tematiche di frontiera;
  • Conferenze di presentazione del corso di Scienza dei Materiali presso istituti di scuola superiore per divulgare l'esistenza dei corsi Universitari in Scienza dei Materiali;
  • Esperienze dimostrative, visite di studenti ai laboratori universitari.

Il Laboratorio PLS si realizza in più fasi: nella prima fase i docenti delle scuole che ne fanno richiesta partecipano a due o più incontri con i Professori dell'Università per progettare e realizzare il laboratorio; nella seconda fase il docente di riferimento della scuola e il docente universitario presentano il progetto agli studenti; nella terza fase gli studenti che hanno aderito all'iniziativa, seguiti dai docenti della scuola, realizzano il PLS; infine il docente di riferimento ed il professore universitario verificano i risultati raggiunti dai ragazzi consegnando loro un attestato di partecipazione. Lo stage si realizza esclusivamente presso i laboratori della nostra Università. All'inizio dell'anno, si comunicano ai docenti delle scuole, alcuni temi di Scienza dei Materiali che possono essere utilizzati dagli studenti delle classi dei maturandi per svolgere tesine da presentare a gli esami di Licenza superiore. I docenti comunicano ai loro studenti questa disponibilità e quindi si decide il periodo di frequentazione del Laboratorio universitario. Il tempo dedicato a questa attività è di 6 pomeriggi e successivamente il Ricercatore ed il referente Universitario certificano la validità della realizzazione dello stage. Annualmente si tengono delle conferenze interdisciplinari, basate sui quattro sottoprogetti del PLS (Chimica, Fisica, Matematica e Scienza dei Materiali). Le conferenze sono dedicate ai docenti e si svolgono nell'arco di qualche mese, con incontri settimanali. Una costante attività di divulgazione viene svolta annualmente presso quelle scuole che svolgono attività di orientamento in uscita presso le scuole del circondario. In queste conferenze viene presentata la nuova Scienza dei Materiali prestando particolare attenzione al ruolo innovativo che l'approccio interdisciplinare di questa disciplina ha per il futuro della Ricerca Scientifica.  Infine in due diversi periodi dell'anno, la nostra macroarea organizza visite guidate ed esperienze dimostrative per studenti che vogliono curiosare nelle attività di ricerca della nostra Università.

Referente locale PLS Scienza dei Materiali:
Prof. Claudio Goletti